Questo sito contribuisce alla audience di

Castelvètere in Vàl Fortóre

comune in provincia di Benevento (58 km), 706 m s.m., 34,48 km², 1810 ab. (castelveteresi), patrono: san Nicola di Bari (6 dicembre).

Centro dell'Appennino Sannita, posto nell'alta valle del fiume Fortore. Appartenne ai conti di Molise, che lo donarono all'abbazia beneventana di Santa Sofia. In seguito fu soggetto alla Contea di Civitate. Distrutto nelle lotte tra Angioini e Aragonesi, fu assegnato da questi ultimi ai Carafa e passò poi ai Moscatelli. § Dell'antico castello, comunicante con il fiume Fortore per mezzo di un camminamento sotterraneo, rimangono i ruderi di una grande torre circolare. L'imponente palazzo marchesale si presenta nelle forme avute nel sec. XVII. La chiesa di San Nicola conserva un portale romanico finemente lavorato. § L'economia si basa sull'agricoltura (cereali, ortaggi, frutta) e sul turismo: la località è una frequentata meta di villeggiatura estiva.