Questo sito contribuisce alla audience di

Castiglión Fibócchi

comune in provincia di Arezzo (13 km), 300 m s.m., 25,70 km², 1985 ab. (castiglionesi), patrono: santi Pietro e Ilario (seconda domenica di ottobre).

Centro del Valdarno Superiore, situato alle estreme pendici del Pratomagno, alla destra dell'Arno. Possesso dei conti Guidi e dei Pazzi (sec. XII), fu conteso tra Arezzo e Firenze finché alla fine del sec. XIV passò a quest'ultima. Nel 1664 fu ceduto in feudo alla famiglia Dal Borro, legata alla Repubblica di Venezia, a cui rimase sino alla definitiva abolizione dei diritti feudali nel Granducato. Oltre ai resti delle fortificazioni medievali, si segnala la cappella del cimitero, originaria del sec. XII, con un affresco attribuibile a Spinello Aretino. § Sviluppata l'industria delle confezioni e del mobile e la lavorazione dell'oro. L'agricoltura produce frumento, barbabietole, olive, uva e ortaggi.