Questo sito contribuisce alla audience di

Cavalcanti, Bartolomèo

trattatista italiano (Firenze 1503-Padova 1562). Oppositore dei Medici, cooperò alla loro cacciata nel 1527 e prese parte alla difesa di Firenze durante l'assedio del 1530. Col ritorno del duca Alessandro, passò alla corte estense e poi a Roma presso Paolo III Farnese. È autore di una Retorica (1559) di indirizzo aristotelico e di un Trattato ovvero discorsi sopra gli ottimi reggimenti delle repubbliche antiche e moderne (postumo, 1571) dove tentò di conciliare le tesi di Platone, Aristotele e Polibio.