Questo sito contribuisce alla audience di

Cessapalómbo

comune in provincia di Macerata (40 km), 434 m s.m., 28,78 km², 585 ab. (cessapalombesi), patrono: sant’ Andrea (30 novembre).

Centro alla sinistra del fiume Fiastrone. Di origine medievale, appartenne alla Chiesa e dal 1240 a Camerino. Nel 1340, alla divisione dei poteri tra i fratelli Da Varano, il borgo fu assegnato a Giovanni. Seguì poi le vicende di Camerino.§ Del castello di Montalto restano torrione e tratti di mura. In località Monastero sorge l'abbazia di San Salvatore (sec. XI), la cui fondazione è attribuita a san Romualdo.§ L'agricoltura (frumento, uva e foraggi) e l'allevamento sono alla base dell'economia locale; sono presenti aziende di laterizi e cave di ghiaia e di pietrisco. In crescita il turismo escursionistico.

Media


Non sono presenti media correlati