Questo sito contribuisce alla audience di

Chartres, Scuòla di-

centro di studi teologici, filosofici e scientifici che si sviluppò a Chartres tra il sec. X e il XII, quando cedette il primato, nel campo della teologia, alla nascente Università di Parigi. Fondatore fu il vescovo Fulberto (990); tra i suoi rappresentanti più insigni si ricordano: Bernardo di Chartres, Guglielmo di Conches, Clarembaldo d'Arras, Giovanni di Salisbury. Tema dominante della scuola era il platonismo mutuato da Boezio e da Sant'Agostino; grande rilievo però avevano anche la lettura di testi platonici, il Timeo in particolare, lo studio delle arti liberali e la discussione dei rapporti tra ragione e fede. Sul platonismo la scuola sosteneva che il concetto cristiano di creazione è ritrovabile già in Platone; per lo studio delle arti liberali prospettava la possibilità di un sistema coerente e armonico di tutte le arti; per il rapporto tra fede e ragione ne affermava la conciliabilità. Particolarmente efficace si rivelò il suo sistema didattico.