Questo sito contribuisce alla audience di

Chioglossa

genere di Anfibi Urodeli della famiglia dei Salamandridi rappresentato dalla sola specie Chioglossa lusitanica, limitata al Portogallo e alla Spagna nordoccidentale. Lunga fino a 15 cm, ha colore bruno e presenta sul dorso due bande dorate o ramate longitudinali che si riuniscono sulla coda. Ha il corpo slanciato con solchi intercostali molto evidenti e coda lunga e sottile che è in grado di perdere (autotomia) a scopo difensivo come le lucertole e successivamente di rigenerare. Gli occhi sono grandi e prominenti. È una specie che predilige le zone montane umide e si rinviene fino ai 1300 m di quota. Non ama gli ambienti spogli ed è solita trovarsi vicino a ruscelli sassosi ma con muschi e arbusti. Durante il giorno si nasconde sotto pietre e tronchi per poi cominciare la sua attività verso l'imbrunire. È molto agile come Urodelo e, pur essendo prevalentemente terrestre, in caso di pericolo si rivela un'ottima nuotatrice riparando in acqua. La cattura del cibo avviene a terra grazie alla lunga e appiccicosa lingua protrudibile. In genere depone le uova due volte l'anno: in autunno e in primavera.