Questo sito contribuisce alla audience di

Cigliano

comune in provincia di Vercelli (32 km), 237 m s.m., 25,35 km², 4524 ab. (ciglianesi), patrono: sant’ Emiliano (seconda domenica di settembre).

Centro posto nella pianura alla sinistra della Dora Baltea. Di origine romana (come attestano i ritrovamenti archeologici), è citato in un documento del 999. Nel 1243 fu sotto la giurisdizione del comune di Vercelli; nel sec. XIV fu conteso tra i marchesi del Monferrato e i Savoia, che se ne impossessarono nel 1378. § La parrocchiale di Sant'Emiliano, di forme neoclassiche (1791-1820), affiancata da un campanile del 1733, conserva due dipinti della scuola di Bernardino Lanino e un interessante organo ottocentesco. Tardosettecentesco è il campanile della piccola chiesa di San Sebastiano. La chiesa di impianto barocco di San Defendente (sec. XVII), a una navata, conserva stucchi e decorazioni barocche e un dipinto del sec. XVI attribuito a Gaudenzio Ferrari. La chiesa dei Santi Rocco e Sebastiano, anch'essa del sec. XVII, conserva un dipinto di scuola del Lanino. § L'economia si basa sull'industria metallurgica, metalmeccanica, tessile, dell'abbigliamento (lavorazione artistica di arazzi e ricami), della lavorazione del legno e delle materie plastiche. L'agricoltura è rivolta alla coltivazione di cereali, foraggi, ortaggi e alberi da frutto. Si pratica l'allevamento bovino, equino e caprino.