Questo sito contribuisce alla audience di

Cinna ou La clémence d'Auguste

tragedia in 5 atti in versi di P. Corneille, rappresentata a Parigi all'Hôtel de Marais nella stagione 1640-41. Emilia, pur beneficata dall'imperatore Augusto, non dimentica che il proprio padre è stato proscritto da lui fino alla morte. Cinna, suo innamorato, la vendicherà in una congiura a cui si associa Massimo, scontento del potere assoluto. L'imperatore scopre il complotto ma, anche per consiglio della moglie Livia, perdona i colpevoli. La tragedia, ispirata a un fatto storico ricordato da Seneca nel trattato De clementia, ha motivi di magnanimità nel perdono concesso dal potente imperatore e accenti di fierezza romana nel carattere di Emilia, anelante alla vendetta e all'antica libertà. La tragedia entrò nel repertorio della Comédie-Française e sollecitò prestigiosi interpreti. Tra le edizioni sceniche del nostro secolo si ricordano quelle di Ch. Dullin (1947) e di J. Vilar (1955).

Media


Non sono presenti media correlati