Questo sito contribuisce alla audience di

Clactoniano

agg. e sm. Il termine fu creato dal paletnologo francese H. Breuil sulla base dello studio dei materiali del sito di Clacton-on-Sea (Gran Bretagna), studiato e scavato a più riprese tra il 1910 e il 1970. Secondo alcuni caratterizza una facies di industrie litiche su schegge con ampi talloni privi di preparazione e inclinati rispetto alla faccia ventrale, in parte contemporanea all'Acheuleano. I giacimenti riferiti a questa facies, in cui non compaiono bifacciali, sarebbero presenti anche in Europa centrale e in Italia. Secondo altri ricercatori si tratterebbe in realtà di industrie di preparazione dei complessi a bifacciali e al termine non andrebbe pertanto attribuito alcun significato culturale.

Media


Non sono presenti media correlati