Questo sito contribuisce alla audience di

Colonnèlla

comune in provincia di Teramo (46 km), 303 m s.m., 22,10 km², 3272 ab. (colonnellesi), patrono: san Michele (8 maggio).

Centro situato su un rilievo alla destra del fiume Tronto. Sorto dopo la distruzione di Truentum (sec. V), appartenne ad Ascoli Piceno e poi agli Acquaviva. Nell'abitato sorgono il palazzo Marzi, tardorinascimentale, e la chiesa dei Santi Cipriano e Giustina, con antiche sculture in legno.§ L'economia si basa sull'agricoltura (cereali, foraggi, uva, ortaggi e frutta) e sull'industria enologica (controguerra DOC), alimentare, metalmeccanica, edile, della pelletteria e della lavorazione del legno (mobili e infissi). Rilevanti il turismo e il comparto terziario.Sono presenti attività estrattive.

Media


Non sono presenti media correlati