Questo sito contribuisce alla audience di

Concòrdia

dea romana che aveva il suo tempio maggiore di fronte al Foro. La sua festa cadeva il 22 luglio. Il suo campo d'azione, in astratto riducibile al mantenimento di una generica concordia tra i cittadini, è la proiezione divina di una realtà tipicamente e concretamente romana; è una “concordia” metafisica (perciò personificata da una dea) presupposta all'idea romana di Stato (res publica). Quasi una “forza” che ha condotto la città alla conquista del suo assetto concorde (la civitas) attraverso vicende mitiche di prodigiosi protagonisti. L'eroe più rappresentativo di queste vicende è Camillo.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti