Questo sito contribuisce alla audience di

Coppedè, Gino

architetto, scultore e decoratore italiano (Firenze 1866-Roma 1927). Artista eclettico, sviluppò un suo stile ornamentale che coincise, nella scelta di alcuni motivi, con i caratteri più immediati dell'Art Nouveau. Costruì a Genova i castelli Mackenzie (1890) e Bruzzo, le ville Piaggio (ca. 1895) e Türcke, i palazzi Pastorino e Zuccarino, una casa in via Maragliano (1907). Suo a Roma il caratteristico gruppo di case (noto come “quartiere Coppedè”) tra via Tagliamento e piazza Buenos Aires.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti