Questo sito contribuisce alla audience di

Corradini, Enrico

scrittore e uomo politico italiano (San Miniatello di Montelupo Fiorentino 1865-Roma 1931). Fondatore e direttore della rivista letteraria Germinal (1892), si dedicò alla critica teatrale e scrisse drammi e romanzi ispirati al comune dannunzianesimo del tempo. Nel 1903 diede vita alla rivista Il Regno, di tendenza imperialistica. Uno dei massimi esponenti del movimento nazionalista, fondò l'Associazione nazionalista italiana (settembre 1910) e l'anno dopo il giornale l'Idea nazionale. Sostenitore della guerra di Libia, nel 1922 aderì al fascismo e nel 1928 fu nominato ministro di Stato. Fra le sue opere letterarie si ricordano: Giulio Cesare (1902), La patria lontana (1910), Le vie dell'Oceano (1913).