Questo sito contribuisce alla audience di

Crétin, Guillaume

cronista e poeta francese (Parigi ca. 1460-1525). Uomo di chiesa e storiografo di Francesco I, fu uno dei poeti più riveriti agli albori del Rinascimento. Di lui furono apprezzati l'abilità e l'artificio formale (fu tipico rappresentante della scuola dei Rhétoriqueurs), che suscitarono invece la satira di Rabelais. Scrisse le Chroniques de France, in versi, e i Chants royaux, oraisons et autres petits traités (1527).

Media


Non sono presenti media correlati