Questo sito contribuisce alla audience di

Crùcoli

comune in provincia di Crotone (53 km), 380 m s.m., 49,81 km², 3377 ab. (crucolesi), patrono: Madonna di Manipuglia (terza domenica di maggio).

Centro del Marchesato, posto in posizione panoramica su un colle alla destra del fiume Nicà. Già esistente in età romana con il nome di Ocriculum, nel Medioevo fu menzionato a partire nel sec. XIV, quando il possesso feudale passò dai Gentile ai D'Aquino di Castiglione. In seguito fu di varie famiglie, tra cui gli Amalfitano, che ne furono proprietari dal 1648 alla fine del regime feudale (1806). Domina l'abitato il castello, di origine normanna ma rimaneggiato nei sec. XV e XVII.Alcuni edifici di Crucoli e della frazione di Torretta sono decorati da vivaci murales. § L'agricoltura produce futta, soprattutto agrumi, uva da vino (cirò DOC), olive, ortaggi. È diffuso l'allevamento bovino e ovino, con produzione di carne e lana. Il paese è anche noto per l'artigianato dei tessuti, dai tradizionali disegni orientaleggianti, lavorati con telai a mano.

Media


Non sono presenti media correlati