Questo sito contribuisce alla audience di

Crashaw, Richard

poeta inglese (Londra ca. 1613-Loreto 1649). Di famiglia puritana, acerrima nemica dei cattolici, si accostò a poco a poco, mentre si trovava al Pembroke College di Cambridge, alla corrente anglicana di N. Ferrar. Passato in Francia, si fece cattolico, poi si recò a Roma, dove divenne segretario del cardinale Pallotta, per rifugiarsi infine in un canonicato a Loreto. Il suo primo libro di versi è Epigrammata Sacra (1634) in latino. La sua migliore poesia è raccolta nel volume, del 1646, comprendente Steps to the Temple (Gradini che conducono al tempio), versi sacri che contengono la prima delle composizioni dedicate a Santa Teresa, e Delights of the Muses (Piaceri delle Muse), versi profani, tra i quali spicca il famoso Music's Duel. Il virtuosismo di queste opere deve molto agli autori barocchi italiani e spagnoli che il poeta conosceva bene: si ha in Crashaw l'esemplare più caratteristico, nel quadro della cosiddetta poesia metafisica, del barocco flamboyant, con evidente interscambio tra poesia e arte figurativa e una sensibilità che si trasforma in mistero quasi liturgico. Alquanto di maniera sono i versi postumi di Carmen Deo Nostro (1652).

Bibliografia

A. Warren, R. Crashaw, A Study in Baroque Sensibility, Louisiana, 1939; M. Praz, Richard Crashaw, Brescia, 1945; M. Varriale, Riflessioni sulla poesia religiosa di Richard Crashaw, Napoli, 1990.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti