Questo sito contribuisce alla audience di

Creutz, Gustaf Philip

poeta finlandese di lingua svedese (Malmgård 1731-Stoccolma 1785). Cavaliere presso il principe Fredrik Adolf di Svezia e diplomatico svedese (a Madrid e a Parigi dove frequentò Beaumarchais e Marmontel e fu molto stimato da Voltaire), abbracciò le idee dell'illuminismo. La sua concezione della vita, epicurea con uno sfondo pessimistico, si riflette nelle sue poesie. Il suo poema Atis e Camilla (1761), in versi alessandrini, è il capolavoro della poesia pastorale svedese. Con Canto d'estate (1756), in eleganti giambi, Creutz, avendo a esempio Windsor Forest di Pope e le Seasons di Thomson, introdusse nella lirica svedese la poesia descrittiva del paesaggio.