Questo sito contribuisce alla audience di

Cursi

comune in provincia di Lecce (28 km), 91 m s.m., 8,18 km², 4122 ab. (cursioti), patrono: Maria Santissima dell'Abbondanza (terza domenica di luglio).

Centro del Salentomeridionale, nell'altopiano a NE di Maglie, in un avvallamento delimitato a E dalla Serra di Monte Vergine. Fondato durante la conquista romana come stazione di corrieri (diarii cursores), fu dapprima feudo della Chiesa di Otranto, poi (sec. XIV) dei De Hugot. Appartenne in seguito ai Maramonte, ai Ventura e dal 1661 come principato ai Caracciolo. Costruzione settecentesca, ma alterata nel sec. XIX, è la parrocchiale. Nel territorio comunale si conserva una laura (monastero) basiliana. § L'economia si basa sull'estrazione e lavorazione artigianale della pietra leccese (pietra di Cursi). L'agricoltura (olive, cereali, tabacco) e l'allevamento di bovini da latte completano il quadro economico.