Questo sito contribuisce alla audience di

Cushing, Harvey Williams

neurochirurgo statunitense (Cleveland, Ohio, 1869-New Haven, Connecticut, 1939). Dopo essersi occupato di fisiologia ed endocrinologia, si dedicò all'attività chirurgica divenendo uno dei più grandi neurochirurghi del suo tempo. Svolse fondamentali studi nel campo della patologia e della chirurgia del sistema nervoso centrale; a lui si devono in particolare i primi successi negli interventi sui tumori cerebrali nonché importanti ricerche sull'ipofisi e sulle sue alterazioni, sui tumori del cervello (di cui ha dato una precisa classificazione), del nervo acustico e delle meningi. Tra le sue opere: The Pituitary Body and its Disorders (1912) e Tumours of the Nervus Acusticus (1917).

Sindrome provocata da alterazioni delle cellule basofile del lobo anteriore dell'ipofisi (vedi anche basofilismo). È caratterizzata da adiposità dolorosa a insorgenza rapida con localizzazione al viso, al collo e al tronco, disfunzioni sessuali, alterazioni del sistema pilifero, ipertensione, dolori addominali. La cura è chirurgica. § In veterinaria, malattia endocrina del cane, caratterizzata da un'abnorme produzione di glicosteroidi. Fra le più comuni, può colpire tutte le razze e compare per lo più dall'età di 4 anni in poi. La malattia ha inizio lento, la sintomatologia si presenta con pelo arruffato e opaco e ingrossamento dell'addome, il cui volume andrà aumentando con il passare del tempo e con l'ulteriore sviluppo della malattia. Si notano, inoltre, un'alopecia, che si instaura lungo i fianchi, atrofia muscolare, localizzata preferibilmente ai muscoli temporali, rilassamento dei muscoli addominali e marcata rigidità degli arti.