Questo sito contribuisce alla audience di

Czepko, Daniel von-

poeta tedesco (Koschwitz, Liegnitz, 1605-Wohlau, Liegnitz, 1660). Figlio di un pastore protestante, studiò diritto a Strasburgo e ricoprì varie cariche pubbliche. Alla sua intensa attività sociale vanno collegati i Satirische Gedichte (1640-48; Poesie satiriche), nonché il poemetto pastorale Coridon und Phyllis (1636; Coridone e Fillide), in cui flagella gli oppressori dei contadini e le violenze e le ipocrisie del potere costituito. Appartenne al circolo mistico-teosofico di A. Frankenberg, seguace ed editore di J. Böhme. Proibiti dalla Chiesa luterana, gli scritti religiosi di Czepko – Sexcenta Monodistica Sapientium (1640-47), raccolta di 600 epigrammi tedeschi ispirati a una coscienza del divino intensa quanto lucida e aliena da estasi – ebbero un'enorme diffusione e servirono di modello anche ad A. Silesius.