Questo sito contribuisce alla audience di

Dasà

comune in provincia di Vibo Valentia (31 km), 258 m s.m., 6,19 km², 1308 ab. (dasaesi), patrono: san Nicola di Bari (6 dicembre) e san Michele Arcangelo (29 settembre).

Centro del versante tirrenico delle Serre, posto alle falde nordoccidentali del monte Crocco. Sorse nel sec. XII intorno al cenobio basiliano di San Lorenzo e fu uno dei casali di Arena. Feudo dei Conclubet fino al 1678, passò poi agli Acquaviva d'Aragona e ai Caracciolo di Gioiosa. Subì gravissimi danni dai terremoti del 1783 e del 1905.§ Nella chiesa della Consolazione (1483) si trova una pregevole statua lignea della Madonna della Consolazione (sec. XVII), oggetto di grande devozione. La parrocchiale dei Santi Nicola e Michele conserva una pregevole tela secentesca raffigurante San Sebastiano.§ L'economia si basa principalmente sulla produzione di cereali, frutta, olive e sull'allevamento bovino e ovino. Nel territorio sono piante d'olivo secolari.

Media


Non sono presenti media correlati