Questo sito contribuisce alla audience di

Dayka, Gábor

poeta ungherese (Miskolc 1769-Ungvár 1796). Avviato alla carriera ecclesiastica, dovette abbandonarla per sospetto di eresia. Visse insegnando nei ginnasi di Lócse e di Ungvár. Morì precocemente di tisi. Poeta preromantico, sentimentale, proiettò il proprio dolore, oggettivandolo, nella natura. I suoi versi, scritti sia in metri classici sia in forme metriche rimate, apparvero in numerose riviste e furono raccolti per la prima volta in volume nel 1813.

Media


Non sono presenti media correlati