Questo sito contribuisce alla audience di

De ecclesiastica potestate

titolo comune a diversi trattati medievali sulla giurisdizione spirituale e temporale della Chiesa e del papa. Fra i maggiori quelli di Egidio Romano (1302), acceso sostenitore della teocrazia; di Alessandro di Sant'Elpidio (1323-24), in difesa del curialismo; di Agostino Trionfo, che si allineava alle tesi dei precedenti. Una voce discorde si sente invece nel Dialogus de imperatorum et pontificum potestate (1334-43), in cui Occam restringe la potestà papale a quella espressamente concessa dalle leggi naturali e divine.

Media


Non sono presenti media correlati