Questo sito contribuisce alla audience di

Druènto

comune in provincia di Torino (12 km), 285 m s.m., 27,67 km², 8235 ab. (druentini), patrono: san Sebastiano (prima domenica e lunedì di ottobre).

Cittadina della cintura torinese, situata vicino alla riva destra del torrente Ceronda e allungata sui primi rilievi collinari dell'anfiteatro morenico di Rivoli.La sua origine risale al 1260, quando gli abitanti di Rubbianetta, sull'opposta riva del Ceronda, si spostarono per evitare l'isolamento da Torino in caso di piene del torrente. Appartenne ai visconti di Baratonia e ottenne le libertà comunali solo nella seconda metà del Trecento. Fino al 1937 si chiamò Druent.§ Notevole la chiesa della Madonna della Stella, del 1290 ma più volte restaurata, che ha un altare maggiore con dipinti, intagli in legno e un prezioso crocifisso. La chiesa di San Sebastiano fu edificata nel sec. XVI, del Settecento sono quelle di San Michele e della Santissima Trinità.§ L'economia si fonda sull'industria, attiva nei comparti meccanico, elettronico, tessile, delle materie plastiche, delle vernici, dell'arredamento. Sviluppato anche il commercio.

Media


Non sono presenti media correlati