Questo sito contribuisce alla audience di

Dupont, Ewald Andreas

regista cinematografico tedesco (Zeitz, Sassonia, 1891-Hollywood 1956). Critico cinematografico, esordì nella regia nel 1918, rivelandosi nel 1924 con Baruch, di ambiente ebraico, e l'anno dopo con Variété, classico triangolo nel mondo dei trapezisti, rivelandosi sottile indagatore di psicologie e, nei particolari realistici, padrone del linguaggio muto. Variété gli spalancò le porte di Hollywood, ma fu in Gran Bretagna e ancora in Germania, spesso con doppie o triple versioni in diverse lingue, ch'egli tornò con successo sui temi prediletti della rivista (Piccadilly, Moulin Rouge), del circo (Salto mortale), della condizione ebraica (Due mondi), affrontando in Atlantic (1929) una tragedia del mare e raggiungendo in Fortunale sulla scogliera (1931) la stessa tensione di Variété, amplificata dal sonoro. Concluse la sua carriera in tono minore nel 1954 con Ritorno all'Isola del tesoro.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti