Questo sito contribuisce alla audience di

Dyer, John

poeta inglese (Aberglasney, Camarthenshire, ca. 1700-Coningsby, Lincolnshire, 1758). È noto soprattutto per il poemetto Grongar Hill (1726; La collina di Grongar), di ispirazione delicatamente idillica. Le opere che gli costarono maggior fatica sono però i poemi The Ruins of Rome (1740; Le rovine di Roma) e The Fleece (1757; Il Vello); di questi, l'ultimo ha un particolare interesse storico-sociale per le descrizioni che offre del processo produttivo e manifatturiero dell'industria della lana agli albori della rivoluzione industriale.

Media


Non sono presenti media correlati