Questo sito contribuisce alla audience di

Ebola

virus appartenente alla famiglia dei flavovirus, isolato nel 1976 dopo le epidemie esplose nel Sudan meridionale e nello Zaire settentrionale. Il nome deriva da quello di un fiume che attraversa la regione contagiata. Sono stati individuati due ceppi del virus con caratteristiche molto simili. Il serbatoio primario non è ancora noto, anche se si sospetta possa essere un particolare tipo di ratto esistente nel Sudan. Il periodo di incubazione è brevissimo (da 6 a 10 giorni). La sintomatologia iniziale è aspecifica, potendo confondersi con altre patologie tropicali (per esempio, malaria), successivamente compare febbre elevata, diarrea ematica, vomito ematico, emorragie cutanee, disidratazione, emottisi, dolori toracici.

Media


Non sono presenti media correlati