Questo sito contribuisce alla audience di

Ermògene (eretico)

eretico (sec. II-III). Sosteneva l'eternità della materia, principio ed essenza del male, anche se plasmata da Dio: da essa hanno origine le anime e a essa ritornano se nella loro esistenza terrena non sanno accogliere in sé lo spirito divino, che le rende immortali. Fu confutato da Teofilo d'Antiochia e da Tertulliano.

Media


Non sono presenti media correlati