Questo sito contribuisce alla audience di

Eugènio II

papa (m. Roma 827). Succedette nell'824 a Pasquale I mentre a Roma infuriava la lotta delle fazioni. Desideroso di por fine ai disordini, chiese e ottenne dall'imperatore Lotario la proclamazione di una Costituzione (Constitutio Romana) alla cui elaborazione aveva collaborato. Tra le principali norme essa comportava: l'istituzione di due missi, uno imperiale e l'altro papale, quali arbitri nelle controversie; l'elezione del papa a opera del clero romano e dei laici e l'obbligo del nuovo eletto di prestare giuramento davanti al missus imperiale e al popolo. Nell'825 riunì vescovi e teologi a Parigi per trattare il problema dell'iconoclastia. Nell'826 indisse a Roma un concilio di 63 vescovi, promulgando 38 decreti disciplinari.