Questo sito contribuisce alla audience di

Fabro

comune in provincia di Terni (98 km), 364 m s.m., 34,33 km², 2699 ab. (fabresi), patrono: san Martino (11 novembre).

Centro dell'Orvietano, sulla dorsale tra le valli dei torrenti Ritorto e Chiani. Borgo di origine medievale, ha seguito le vicende storiche di Orvieto.§ Il borgo medievale, devastato durante la seconda guerra mondiale dalle truppe tedesche in ritirata, conserva i resti delle antiche mura con torrione cilindrico, del castello (restaurato nel sec. XVI su disegno di Antonio da Sangallo il Giovane), e una parrocchiale neoclassica dell'Ottocento. § Importante nodo ferroviario e stradale (ferrovia Firenze-Roma e autostrada del Sole), il centro ha visto un forte sviluppo del terziario nell'area di Fabro Scalo. Rilevante il turismo, stanziale ed escursionistico. L'agricoltura produce olive e uva; rinomato il tartufo bianco di cui è ricca la zona. Tra le attività artigianali risalta quella della terracotta.

Media


Non sono presenti media correlati