Questo sito contribuisce alla audience di

Felzen, Jurij

pseudonimo dello scrittore russo Nikolai Bernardovič Frejdenštejn (morto nel 1943). I tre romanzi L'inganno (1931), La felicità (1932) e Le lettere su Lermontov (1936), in cui è evidente l'influsso di Proust, rappresentano un monologo interiore in forma di diario o di lettere alla donna amata. Felzen morì in un campo di concentramento nazista.

Media


Non sono presenti media correlati