Questo sito contribuisce alla audience di

Ford, Richard

scrittore statunitense (Jackson, Mississippi, 1944). Definito “narratore delle pianure del Midwest”, Ford ha esordito in realtà come scrittore del Sud, tanto che per A Piece of My Heart (1976), ambientato in Arkansas, fu addirittura paragonato a W. Faulkner e F. O'Connor. Dopo The Ultimate Good Luck (1981; La fortuna estrema), romanzo d'azione ambientato in Messico, il cui protagonista è il classico duro della , è uscito Sportswriter (1986), sul tema dello sport e dell'alienazione, che ha imposto Ford come autore di maturità stilistica e gusto letterario indiscutibili. In Rock Springs (1987), Wildlife (1990) e Incendi (1991), Ford ha dato vita a personaggi solitari che si muovono nelle immense e raggelate pianure del Midwest, raccontando di immense desolazioni, piccole consolazioni, grandi paure e tenui speranze, con una prosa agile e geniale, che attinge al linguaggio parlato senza mai scadere nel localismo. Ford è stato accostato a R. Carver per il gusto delle ambientazioni quotidiane e la resa precisa del senso di ansietà che domina la vita moderna, il tutto caratterizzato da un maggior ottimismo e da uno stile più minuziosamente realistico. Nel 1995 ha ottenuto il premio Pulitzer per la narrativa con Independence Day (Il giorno dell'Indipendenza), al quale hanno fatto seguito Women with Men: Three Stories (1997; trad. it. Donne e uomini) e la raccolta di racconti A Multitude of Sins: Stories (2002; trad. it. Infiniti peccati). Nel 2006 ha pubblicato The Lay of the land (2008; trad. it Lo stato delle cose), ultimo capitolo della trilogia iniziata con Sportswriter e Independence Day.

Media


Non sono presenti media correlati