Questo sito contribuisce alla audience di

Formìcola

comune in provincia di Caserta (22 km), 196 m s.m., 17,39 km², 1467 ab. (formicolani), patrono: san Biagio (3 febbraio) e Santa Maria del Castello (prima domenica di agosto).

Centro posto ai piedi del Monte Maggiore, su un affluente di destra del fiume Volturno. Le prime notizie certe risalgono al sec. XII; dal sec. XIII fu feudo dei D'Aquino, nel 1306 passò ai Marzano e nel 1465 ai Carafa, che nel sec. XVIII vi istituirono un'accademia arcadica.§ L'abitato, pittorescamente situato in mezzo ai boschi, conserva nel nucleo antico un palazzo baronale eretto nel 1465 da Diomede Carafa e ingrandito nel Settecento da Francesco II Carafa. Nella parrocchiale di Santa Cristina è una tela (Transito di san Giuseppe) attribuita a C. Fracanzano (sec. XVII). La chiesa dello Spirito Santo (1760) è barocca.§ L'economia si basa sull'agricoltura (cereali, ortaggi, castagne e olive) e sull'allevamento bovino.§ Nei dintorni sorge su un colle la chiesa di Santa Maria del Castello, che conserva, nella cappella ipogea di San Nicola, tracce di affreschi trecenteschi.

Media


Non sono presenti media correlati