Questo sito contribuisce alla audience di

Formula 1

nome con cui è contraddistinto il Campionato mondiale automobilistico più prestigioso, istituito nel 1950. Il titolo viene assegnato al pilota che nell'arco della stagione totalizza il maggior punteggio. Fino alla stagione 2002 per ogni Gran Premio venivano assegnati 10 punti al primo classificato (in precedenza erano 9), 6 al secondo, 4 al terzo, 3 al quarto, 2 al quinto e 1 al sesto. A partire dal 2003 è stato introdotto un nuovo criterio di punteggio: 10 punti al primo classificato, 8 al secondo, 6 al terzo, 5 al quarto, 4 al quinto, 3 al sesto, 2 al settimo e 1 all'ottavo. Dal 1958 si tiene anche il Campionato mondiale per costruttori, assegnato alla casa automobilistica che ottiene, nell'arco della stagione, il maggior punteggio (ricavato sommando quello conseguito individualmente dai propri piloti). Prima della gara vengono effettuate delle sessioni di prove, che servono per determinare la griglia di partenza del Gran Premio. Chi ha ottenuto il miglior tempo nelle prove del sabato parte in pole position nel Gran Premio, che si corre la domenica. A seguire, secondo sempre l'ordine dei tempi fatti segnare in prova, si dispongono le vetture degli altri piloti. Il numero di giri da compiere varia da tracciato a tracciato, ma, in ogni caso, la gara non può avere una durata superiore alle due ore. Sono previste sospensioni in caso di incidenti o di pioggia. Questi i piloti che hanno ottenuto il maggior numero di vittorie nel Campionato mondiale: M. Schumacher (7), J.M. Fangio (5), A. Prost (4), N. Lauda, N. Piquet, A. Senna, L. Hamilton (3) e J. Stewart (3). Le scuderie che vantano più successi nel Mondiale costruttori sono la Ferrari (16), la Williams (9) e la McLaren (8).

Media


Non sono presenti media correlati