Questo sito contribuisce alla audience di

Freiligrath, Ferdinand

scrittore tedesco (Detmold 1810-Cannstatt 1876). Nel 1848 aderì alla Lega dei comunisti (fu con Marx redattore della Neue Rheinische Zeitung), adesione che pagò con vent'anni di fuga e di esilio. Passò da una lirica tardo-romantica, riecheggiante V. Hugo ed evocatrice di un fantastico mondo esotico, ai cicli rivoluzionario-patriottici: Ein Glaubensbekenntnis (1844; Una professione di fede), Neuere politische und Soziale Gedichte (1849-51; Nuove poesie politiche e sociali). Famosissima è la ballataDie Trompete von Gravelotte (1870-71; La tromba di Gravelotte). Fu anche traduttore di Manzoni, Whitman, Hugo, W. Scott.

Media


Non sono presenti media correlati