Questo sito contribuisce alla audience di

Fumane

comune in provincia di Verona (20 km), 195 m s.m., 34,28 km², 3816 ab. (fumanesi), patrono: san Zenone (12 aprile).

Centro della Valpolicella, situato all'imbocco della valle del Progno di Fumane. Abitato in età preistorica e romana, si sviluppò notevolmente durante il periodo scaligero (sec. XIV). Passato sotto il dominio di Venezia (1405), entrò a far parte del vicariato della Valpolicella. § La cinquecentesca villa Della Torre, attribuita al Sanmicheli (o a Giulio Romano), è costituita da due corpi di fabbrica uniti da un peristilio e conserva un tempietto ottagonale. La parrocchiale quattrocentesca in località Cavalo conserva un campanile di epoca romanica. Nella parrocchiale di Mazzurega si trovano dipinti di A. Badile. La chiesa dei Santi Marziale e Giovanni a Breonio conserva resti della costruzione gotica e, nell'abside, affreschi di F. Morone e D. Brusasorci. § L'agricoltura produce uva, cereali, ortaggi, frutta e foraggi; si pratica l'allevamento bovino. Le industrie operano nei settori estrattivo (marmo), meccanico, alimentare, della lavorazione dei metalli, del legno e dei materiali da costruzione.

Media


Non sono presenti media correlati