Questo sito contribuisce alla audience di

Gaskell, Elizabeth Cleghorn

scrittrice inglese (Londra 1810-Holybourne, Hampshire, 1865). Deve la sua fama a un romanzo a bozzetti, Cranford, pubblicato a puntate su Household Words, rivista di Dickens (1851-53). Il tono tra il patetico e l'umoristico di questa pastorale di provincia si ritrova in Cousin Phillis (1864) e nell'incompiuto Wives and Daughters (postumo, 1866), romanzi di vita domestica che si ispirano alla Austen. Al filone del romanzo sociale appartengono Mary Barton (1848) e North and South (1855) che, nonostante le molte concessioni a un facile sentimentalismo, rappresentano con drammatico vigore le misere condizioni degli operai nelle città industriali del Nord. Gaskell fu intima amica di Charlotte Brönte di cui scrisse un'eccellente biografia, The Life of Charlotte Brönte (1857). Tracce del romanticismo della Brönte si trovano in Ruth (1853), patetica vicenda di una fanciulla sedotta, e in Sylvia's Lovers (1863), storia di contrabbandieri. Autrice non originale, ma di intelligente e consumato mestiere, Gaskell è un'attenta osservatrice d'ambiente e un'abile creatrice di personaggi e di intrecci.

Media


Non sono presenti media correlati