Questo sito contribuisce alla audience di

Gatti, Àngelo

generale e scrittore italiano (Capua 1875-Milano 1948). Durante la prima guerra mondiale fu addetto al comando della 1a armata e poi segretario di L. Cadorna al comando supremo e al consiglio militare interalleato di Versailles (dicembre 1917). Già noto sin da allora per alcune opere di argomento prevalentemente propagandistico, si rivelò poi come storico e scrittore di cose militari (Uomini e folle di guerra, 1921; Nel tempo della tormenta, 1923; La parte dell'Italia, 1926) finché, con il romanzo Ilia e Alberto (1930), mise inaspettatamente in luce notevoli doti di narratore di gusto fogazzariano. Di rilevante interesse il Diario, pubblicato postumo nel 1967.

Media


Non sono presenti media correlati