Questo sito contribuisce alla audience di

Giùlia (donne della gens Giulia)

nome di donne romane della gens Giulia, tra le quali è rimasta famosa Giulia, figlia unica di Augusto (39 a. C.- 17 d. C.), che sposò nel 25 a. C. il cugino Marcello. Morto questi nel 23 a. C., sposò Agrippa dal quale ebbe cinque figli: Gaio e Lucio Cesare, morti giovani, Agrippa, assassinato nel 14 d. C., Agrippina e Giulia. Morto Agrippa nel 12 a. C., Giulia sposò Tiberio. Per le sue dissolutezze, Augusto la relegò, nel 2 a. C., nell'isola di Pandataria, dopo che Tiberio si era separato da lei. Sulla strada delle dissolutezze la seguì anche la figlia Giulia, che fu pure esiliata da Augusto nell'8 d. C. nell'isola di Tremere: probabilmente è la Corinna cantata da Ovidio. Una Giulia Livilla, figlia di Germanico e di Agrippina, amata da Caligola, fu fatta morire da Claudio nel 43 d. C. Una Giulia Flavia, figlia di Tito, fu amata da Domiziano che le conferì il titolo di Augusta e la fece divinizzare dopo la morte, avvenuta nel 90 d. C.

Media


Non sono presenti media correlati