Questo sito contribuisce alla audience di

Giovanni XIX

papa (m. 1032). Della famiglia dei conti di Tuscolo, durante il pontificato del fratello Benedetto VIII era stato “console, duca e senatore di tutti i Romani”. Nel 1024, ancor laico, succedette al fratello conservando poteri temporali che già possedeva. Incoronò Corrado il Salico (1027) e si mantenne tenacemente fedele all'impero. Sostenne il primato del pontefice romano contestato dall'imperatore d'Oriente e dal patriarca di Costantinopoli. Riconobbe l'indipendenza del patriarca di Grado da quello di Aquileia (1024), ma poco dopo (1027), cedendo a Corrado il Salico, deliberò l'opposto. Favorì i cluniacensi e approvò il nuovo ordine monastico dei camaldolesi.

Media


Non sono presenti media correlati