Questo sito contribuisce alla audience di

Giugliano in Campània

comune in provincia di Napoli (114 km), 97 m s.m., 94,19 km², 112.340 ab. secondo una stima del 2007 (giuglianesi), patrono: san Giuliano (17 gennaio).

Cittadina della pianura campana, posta alla destra dell'Alveo dei Camaldoli. Di fondazione incerta (cumana o romana), è documentata per la prima volta nel sec. X e, in epoca angioina, fu feudo di vari signori locali (D'Aquino, Grillo e Colonna). Fu danneggiata dal terremoto del 1980. § La chiesa di Santa Sofia, iniziata da Domenico Fontana nel 1595, fu ultimata nel Seicento con un bel portale e con l'alta cupola a piastrelle maiolicate; nel campanile sono murati marmi di Cuma. Nella secentesca chiesa dell'Annunziata è custodita una tavola quattrocentesca di Angelillo Arcuccio. Il palazzo Palumbo, costruito nel 1795 e in seguito rimaneggiato, ha un bel salone affrescato. § È importante centro di produzione ortofrutticola (melanzane, pesche, mele, albicocche, susine) e di spezie. L'industria opera nei settori alimentare, farmaceutico, elettrotecnico, meccanico e chimico (vernici). Altre risorse provengono dall'allevamento bovino e bufalino (mozzarella di bufala DOP) e dal turismo estivo e sportivo (il lago di Patria è centro di canottaggio e sede di una base NATO). § La domenica dopo Pentecoste si svolge la Processione della Madonna della Pace, con il “volo dell'angelo”: una bambina vestita da angelo, tramite un robusto cavo, viene fatta “volare” fino all'immagine della Madonna, trasportata su un carro trainato da buoi. Presso il lago di Patria sono le rovine di Liternum.

Media


Non sono presenti media correlati