Questo sito contribuisce alla audience di

Goll, Ivan

pseudonimo del poeta tedesco-francese Isaac Lang (Saint-Dié 1891-Parigi 1950). Figlio di un israelita alsaziano, visse per lo più a Parigi, dove frequentò Joyce, Apollinaire e il circolo surrealista. Scrisse, specie dopo il 1933, in francese, in collaborazione con la moglie Claire Studer. Dal 1939 al 1947 fu esule negli USA. La sua lirica, tra cui Der Eiffelturm (1924; La torre Eiffel), Poèmes d'amour (1925), La chanson de Jean sans Terre (1936-39), si colloca nello sperimentalismo postespressionista e risente nelle ultime opere della metaforica occultista. È anche autore di romanzi a chiave, di saggi e di un dramma, Methusalem (1922), che anticipa il teatro dell'assurdo.

Media


Non sono presenti media correlati