Questo sito contribuisce alla audience di

Goncourt, Edmond e Jules Huot de-

scrittori francesi (Edmond, Nancy 1822-Champrosay 1896; Jules, Parigi 1830-1870). Venuti in possesso di una discreta fortuna alla morte dei genitori, i due fratelli consacrarono ogni loro sforzo, in una perfetta comunione di gusti e di intenti, all'arte e alla letteratura. Vi arrivarono attraverso la minuziosa ricerca documentaria sull'arte e la società del sec. XVIII e della Rivoluzione: En 18... (1851), Histoire de la société française pendant la Révolution (1854), Portraits intimes du XVIII (1857), Histoire de Marie-Antoinette (1858), L'art du XVIII (1859). Si accostarono al romanzo con analoghi intenti, applicando alla narrazione il metodo della ricerca storica, raccogliendo documenti e appunti dal vivo nella Parigi di periferia. Nacquero così gli studi di personaggi, o meglio di “casi” eccezionali o patologici, e di ambienti che meritano a giusto titolo la definizione di romanzi realisti, non lontani dal naturalismo di Zola, dal quale li divide essenzialmente la famosa écriture artiste, cioè uno stile elaborato e frantumato, ricco di neologismi, volto a dare di ogni impressione la fugace purezza originale e quindi impressionista per definizione. Insieme pubblicarono Charles Demailly (1860 e 1868), Sœur Philomène (1861), Renée Mauperin (1864), Germinie Lacerteux (1865), Manette Salomon (1867), Madame Gervaisais (1869). La rappresentazione teatrale di Henriette Maréchal (1865) provocò un tumulto e analogo insuccesso toccò a La Patrie en danger (1873). Dopo una sospensione dovuta alla morte prematura di Jules, Edmond riprese l'attività con La fille Élisa (1877), Les frères Zemganno (1879), La Faustin (1882), Chérie (1884). Ritornò ancora allo studio del Settecento, poi a quello dell'arte giapponese che portò alla conoscenza del pubblico francese con Utamaro (1891) e Hokusai (1896) e continuò quell'imponente miniera di riflessioni e aneddoti sulla vita, soprattutto artistica, a lui contemporanea che è il Journal, iniziato con Jules nel 1851 e pubblicato in parte tra il 1887 e il 1892. L'edizione completa, contenente anche le verità meno gradevoli, è apparsa solo nel 1956-59. Infine, per la migliore comprensione delle teorie letterarie dei due fratelli, sono da ricordare: le Lettres di Jules (pubblicate nel 1885), Idées et sensations (1866), Les pages retrouvées (1886), Préfaces et manifestes littéraires (1888). § Dalle riunioni letterarie che Edmond teneva nel grenier della casa di Auteuil, avrà origine, dopo la sua morte, l'Académie des Goncourt.

Bibliografia

M. Sauvage, Jules et Edmond de Goncourt, précurseurs, Parigi, 1970; E. Caramaschi, Réalisme et impressionisme dans l'œuvre des frères Goncourt, Parigi, 1974; J. Robichon, Le défi des Goncourt, Parigi, 1975; Jean Borie, Le célibataire français, Parigi, 1976.

Media

Edmon de Goncourt