Questo sito contribuisce alla audience di

Grimaldi di Monaco

ramo staccatosi dalla famiglia dei Grimaldi di Genova nel 1341, quando Carlo I il Grande (m. 1357) acquistò Monaco dagli Spinola. Tra i successori di Carlo si segnalano il nipote Giovanni I (m. 1454), che si batté contro il duca di Milano, finendo prigioniero, e stabilì che avrebbero potuto diventare eredi della signoria anche i mariti o i discendenti dal ramo femminile. Luciano (m. 1523), in carica dal 1505, respinse nel 1507 i Genovesi che tentavano di impadronirsi della città. Nel 1512 ebbe dal re di Francia Luigi XII il riconoscimento dell'indipendenza e della sovranità di Monaco. Agostino (m. 1532) succedette al precedente, di cui era fratello, nel 1523 e attuò una politica filoasburgica per rendersi indipendente dalla Francia. Nel 1659 Onorato II assumeva per la prima volta il titolo di principe. A lui seguirono Onorato III, costretto all'esilio dalla Rivoluzione francese; Onorato IV, che riottenne il principato e fu il promulgatore del Codice civile monegasco; Onorato V, figlio del precedente, rinnovatore della zecca. Si ricordano, inoltre, Alberto I, salito al trono nel 1889, noto per i suoi studi oceanografici, e Ranieri III (1923-2005).