Questo sito contribuisce alla audience di

Grimoaldo I

duca di Benevento e re dei Longobardi (m. 671). Figlio di Gisulfo I duca del Friuli e di Romilda, succedette nel ducato al fratello Radoaldo (647). Nel 662 lasciò il ducato per intervenire a Pavia nella lotta per la successione nel regno tra i figli di Ariperto, Pertarido e Godeperto, e riuscì a imporsi a entrambi e a divenire re. Difese poi il regno dai Franchi e il ducato di Benevento, tenuto da suo figlio Romualdo, dai Bizantini ai quali tolse anche territori della Venezia e della Romagna. Figura di notevole rilievo, consolidò il potere regio, aggiunse nuove leggi all'Editto di Rotari ed eresse la chiesa pavese di S. Ambrogio, dove fu sepolto. Morì forse di veleno e gli succedette il figlio Garipaldo (o Garibaldo).