Questo sito contribuisce alla audience di

Grinzane Cavour

comune in provincia di Cuneo (64 km), 195 m s.m., 3,68 km², 1812 ab. (grinzanesi o gallesi), patrono: Immacolata Concezione (8 dicembre).

Centro delle Langhe occidentali, esteso nella valle del torrente Talloria; sede comunale è Gallo. Compreso nei domini di Bonifacio del Vasto, fu ereditato dai Busca, passando poi ai marchesi del Monferrato e nel 1483 a Matteo Calderari. Nel 1915, in ricordo di Camillo Benso conte di Cavour, sindaco del paese dal 1832-49 e proprietario di una tenuta nei dintorni, il comune assunse l'attuale denominazione.§ Il paese, sviluppatosi in posizione panoramica su un colle, è dominato dalla maestosa mole del castello (sec. XIII, Patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO dal 2014), rimaneggiato e ampliato nel sec. XVII, con torricelle angolari e mastio a pianta quadrangolare. È uno dei più antichi castelli delle Langhe e fu abitato da Cavour: è sede dell'Enoteca Regionale Piemontese Cavour.§ L'agricoltura produce cereali, foraggi e soprattutto uva (barolo, barbera e dolcetto DOC): particolarmente sviluppate sono le attività connesse con la tradizionale vocazione vitivinicola. L'industria è presente nei settori alimentare, edile e dei materiali da costruzione.§ Celebre è il premio letterario Grinzane Cavour, istituito nel 1981, che si svolge nello storico castello. Legato fin dalle origini alla diffusione della lettura nelle scuole, il premio, dedicato alla narrativa italiana e a quella straniera, viene assegnato da due giurie: una composta da critici e l'altra costituita da studenti delle scuole medie superiori.

Media

Grinzane Cavour.