Questo sito contribuisce alla audience di

Grottolèlla

comune in provincia di Avellino (14 km), 565 m s.m., 7,12 km², 1854 ab. (grottolellesi), patrono: sant’ Egidio (1° settembre).

Centro posto su un colle alla sinistra del fiume Sabato. Citato dal 1134, ma di certo di epoca più antica, come dimostrano i reperti archeologici di età romana, fu feudo dei Montefusco, dei Filangieri, dei D'Aquino, dei Carafa e dei Macedonio. Fu gravemente danneggiato dal terremoto del 1980. § Nella parrocchiale di Santa Maria delle Grazie è conservato un dipinto di scuola napoletana del sec. XVI, raffigurante la Madonna delle Grazie. Il castello, ricostruzione secentesca di una fortificazione longobarda, ha le originarie torri cilindriche angolari, disposte irregolarmente intorno a un cortile. § L'economia di tipo agricolo, si basa sulla produzione di nocciole, uva (vino fiano di Avellino DOC), mele e cereali. È base di partenza per escursioni al Parco Regionale del Partenio.