Questo sito contribuisce alla audience di

Guéhenno, Marcel, detto Jean

scrittore francese (Fougères, Ille-et-Vilaine, 1890-Parigi 1978). Professore universitario, ispettore generale della Pubblica Istruzione, divenne accademico di Francia nel 1962. La sua opera saggistica e memorialistica di difesa dei valori umanistici della civiltà comprende: Caliban parle (1928), Conversion à l'humain (1931), Journal des années noires (1946), tre saggi su Rousseau, di cui è stato forse il critico più acuto (Jean-Jacques en marge des “Confessions”, 1948; Jean-Jacques, roman et vérité, 1950; Jean-Jacques, grandeur et misère d'un esprit, 1952), Caliban et Prospero (1969) e Carnets du Vieil Écrivain (1971). Col titolo di L'Indépendance de l'esprit. Correspondance entre Jean Guéhenno et Romain Rolland 1914-1944 (prefazione di A. Malraux) ha visto la luce nel 1975 la sua corrispondenza con Romain Rolland.