Questo sito contribuisce alla audience di

Haifa (città)

Guarda l'indice

Generalità

Città (272.200 ab. nel 2012) di Israele, l'agglomerato urbano 1.073.900 ab. (2012), capoluogo del distretto omonimo, 88 km a NNE di Tel Aviv, situata ai piedi del monte Carmelo, sull'ampia baia omonima (Mar Mediterraneo), presso la foce in essa del fiume Qishon. Terza città del Paese per numero di abitanti, è il maggior porto commerciale di Israele, sede inoltre di industrie metallurgiche, meccaniche, alimentari, tessili, dell'abbigliamento, del cemento, del vetro, delle ceramiche, chimiche e petrolchimiche. Adattandosi ai contrafforti del Monte Carmelo, Haifa si è sviluppata in tre zone sovrapposte: la Città Bassa, con il centro storico, il porto e il litorale; nella Città Alta si trovano i quartieri residenziali. La città è inoltre la sede mondiale amministrativa e spirituale della religione Bahai, e ne conserva alcune importanti testimonianze, come l'Archivio della comunità e il tempio con i suoi deliziosi giardini persiani (patrimonio dell'umanità UNESCO dal 2008). Quest'ultimo venne eretto nel 1909 e la sua cupola, terminata quasi cinquant'anni più tardi, è diventata un simbolo dell'intera città di Haifa; all'interno del santuario si trova la tomba di Mírzá `Alí Muḥammad, anche noto come Báb, uno dei fondatori del culto Bahai. All'interno dell'area cittadina sono presenti un aeroporto, un'università e un importante istituto tecnologico. Anche Caife; in ebraico, Hefa.

Storia

Salvo una breve parentesi medievale, Haifa non godette mai di molta importanza. Dopo il 1920 l'immigrazione ebraica ne favorì l'espansione. Nel periodo del mandato inglese sulla Palestina divenne un importante nodo ferroviario: da essa si dipartivano le linee per Suez, Beirut e l'Higiaz. La nascita dello Stato d'Israele ha in parte compromesso la crescita di Haifa, privata delle sue possibilità di sviluppo internazionale dalla tensione con gli Arabi.

Media


Non sono presenti media correlati