Questo sito contribuisce alla audience di

Hubay, Miklós

drammaturgo ungherese (Nagyvárad 1918). Si affermò nel dopoguerra come uno degli autori teatrali più validi del suo Paese. Nel 1950 è docente di storia del teatro a Budapest. Tra i suoi drammi, sempre carichi di un forte impegno civile, si segnalano Un'estate ungherese (1954), Solo loro conoscono l'amore (1959), Le ferite dell'anima (1978; raccolta di cinque drammi), e un ciclo di sette atti unici noto in Italia – dove Hubay ha vissuto diversi anni e dove ha insegnato all'Università di Firenze, prima di ritornare definitivamente in patria nel 1989 – col titolo Nerone è morto? (1968). Sono copioni apprezzabili per la solidità della costruzione e la vivacità del dialogo, oltre che per la tematica che, riallacciandosi a esperienze della scena europea degli anni tra le due guerre (Pirandello e Giraudoux soprattutto) esprime le incertezze, gli interrogativi e le inquietudini dell'uomo d'oggi (Addio ai miracoli, 1979; Drammi dalla fine del mondo, 1984). Hubay è autore inoltre di libretti per opere liriche (C'est la guerre, 1962, musica di E. Petrovič) e del fortunatissimo musicalTre notti d'amore (1966).

Media


Non sono presenti media correlati